Regent's Park

Regent’s Park insieme a Hyde Park è uno dei parchi della città più apprezzati e frequentati dai londinesi.

La storia del parco

In origine il terreno dell’attuale parco era parte delle multiple proprietà dei duchi di Portland, fino a quando, agli inizi del XIX secolo, si trasformò nella residenza di caccia di Enrico VIII.

Nel 1811 iniziarono i lavori di ristrutturazione della zona per trasformarla nell’attuale parco e, nel 1838, aprì le sue porte al pubblico.

Passeggiare per Regent’s Park

Regent’s Park è un’oasi verde che occupa la maggior superficie della città dedicata allo sport all’aria libera. I cittadini londinesi possono praticare nel parco vari sport all’aria aperta, come tennis, hockey sull’erba, atletica leggera, calcio, rugby e persino remare con la barca nel lago artificiale di 9 ettari.

Malgrado sia una zona frequentata soprattutto dagli sportivi, Regent’s Park offre vari elementi d’intrattenimento anche per altre tipologie di visitatori: più di 400 varietà di rose, un prezioso lago abitato da varie specie d’animali, alcune ville neoclassiche, un teatro e persino una moschea. Nel parco si può anche visitare lo Zoo di Londra creato nel 1828.

Perfetto per un giorno soleggiato

Se avete la fortuna di imbattervi a Londra in una giornata soleggiata, vi consigliamo di percorrere Regent’s Park, trattandosi indubbiamente di uno dei parchi più interessanti della città. Raggiunta la zona, potrete approfittare per visitare il vicino Madame Tussauds.

Orario

Tutti i giorni dall’alba al tramonto.

Trasporto

Metro: Regent's Park (linea Bakerloo), Great Portland Street (linee Hammersmith & City, Circle e Metropolitan) e Baker Street (linee Hammersmith & City, Circle, Jubilee, Metropolitan e Bakerloo).
Autobus: linee 2, 13, 18, 27, 30, 74, 82, 113, 139, 189, 274, 453 e C2.